Home / Generici / Investire online nella criptovaluta Ethereum, analisi e scenari di trading

Investire online nella criptovaluta Ethereum, analisi e scenari di trading

La criptovaluta Ethereum, al pari del più noto Bitcoin, si può acquistare e si può vendere direttamente o indirettamente, ed in tutta sicurezza, affidandosi ad intermediari qualificati. In particolare, i trader online in criptovalute, che si chiedono Come investire in Ethereum , possono aprire posizioni dirette nella moneta virtuale attraverso i migliori exchange, ovverosia andando ad aprire un account su una piattaforma di scambio. Oppure in alternativa, sfruttando l’effetto leva, è possibile investire in Ethereum in maniera indiretta attraverso la negoziazione dei Contratti per Differenza (CFD) con i migliori broker online.

Attenzione: Ethereum non è in realtà una criptovaluta

In realtà, e per la precisione, Ethereum non è una criptovaluta ma una piattaforma decentralizzata che, a differenza del Bitcoin, serve per creare e per pubblicare, in modalità peer-to-peer, i cosiddetti smart contracts, ovverosia i contratti intelligenti. La criptovaluta associata ad Ethereum, in qualità di denaro digitale altamente programmabile, si chiama Ether. Sulle piattaforme di scambio, ma anche sulle piattaforme dei broker online, per consuetudine la criptovaluta Ether viene in ogni caso chiamata  Ethereum ed è identificabile con la sigla ETH.

Dopo il rally di Ripple, e l’andamento volatile delle quotazioni del Bitcoin, attualmente è proprio la criptovaluta di Ethereum tra le protagoniste sul mercato delle criptovalute. E questo perché, sopra quota 1.300 contro il dollaro americano, Ethereum ha raggiunto proprio in queste ore i nuovi massimi storici. Ad alimentare gli acquisti sono state, tra l’altro, anche le dichiarazioni tutte improntate all’ottimismo di Steven Nerayoff, uno dei fondatori di Ethereum.

Capitalizzazione criptovalute, destino segnato per il Bitcoin?

Sulle criptovalute attualmente uno dei parametri sotto stretta osservazione è la capitalizzazione di mercato. Nell’ultimo mese il Bitcoin è infatti rimasto lontano dal massimo storico a quasi 20 mila contro il dollaro, mentre Ripple ed Ethereum hanno fatto registrare performance migliori. Come diretta conseguenza non mancano coloro che sono disposti a scommettere sul Bitcoin che perderà il primato di moneta virtuale più capitalizzata in quanto sarà scavalcata proprio da Ethereum e da Ripple.

Stando ai dati forniti in tempo reale da CoinMarketCap, attualmente il Bitcoin ha una capitalizzazione di mercato pari a $ 237,2 miliardi rispetto ai $ 131 miliardi di Ethereum, ed ai  74,3 miliardi di Ripple. Fuori dal podio, tra le monete virtuali più capitalizzate, ci sono invece attualmente dal quarto al decimo posto, nell’ordine, il Bitcoin Cash, Cardano, Litecoin, Nem, Iota, Stellar e Dash.

Le criptovalute Ripple ed Ethereum, quindi, ne devono fare comunque di strada prima di andare eventualmente a superare in capitalizzazione il Bitcoin anche perché il cosiddetto oro digitale rimane la moneta virtuale tra le preferite non solo per il trading online in criptovalute, ma anche per i pagamenti online senza passare dai circuiti ufficiali e tradizionali che sono rappresentati dalle banche e dalle società finanziarie. Non a caso non mancano nel mondo le aziende che hanno deciso, in via opzionale, di permettere ai propri dipendenti di percepire ogni mese lo stipendio, in tutto o in parte, in Bitcoin.